Elia, il «genio» della matematica che ha stupito tutti

Da Negrar ai massimi livelli, in Italia e nel mondo. Ieri sera, 28 novembre, il consiglio comunale in apertura di seduta ha voluto riconoscere con due pergamene di merito il talento di Elia Righetti, undicenne di Torbe, e Michele De Bastiani, giovane di Arbizzano: il primo è campione italiano di matematica, vincitore a Cervia del concorso Kangourou della Matematica, nella categoria “Ecolier”, promosso dall’associazione culturale Kangourou Italia; il secondo è un giovane ricercatore dell’Università di Padova che quest’anno ha vinto il prestigioso “Eni Award”, premio internazionale istituito nel 2007 e riconosciuto come il “Nobel dell’Energia”, nella sezione Young Researcher of the Year 2018.
Le pergamene sono state consegnate dal sindaco Roberto Grison e dalla presidente del consiglio comunale, Maddalena Maistri, al piccolo Elia Righetti emozionato e ai genitori di Michele, Pier Angelo e Daniela, dal momento che il figlio è impegnato in Arabia Saudita alla King Abdullah University of Science and Tecnology. “Vogliamo fare emergere queste nostre eccellenze, dando valore ai ragazzi e giovani che se lo meritano portandoli anche all’interno dell’istituzione comunale” spiega Grison.

Elia ha ringraziato tutti con un breve discorso: “Sono molto felice, grazie a tutti del sostegno”. Michele invece, non potendo essere presente, ha consegnato una testimonianza scritta ai genitori perché venisse letto in pubblico. “Ho iniziato il mio percorso scientifico in Valpolicella, che considero la mia casa e dove torno appena posso, perciò questo riconoscimento mi è particolarmente gradito” ha spiegato il ricercatore nelle parole lette dal papà.
Camilla Madinelli

Autore dell'articolo: axl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *